campo papaveri rossi puglia

SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: la Festa del Lavoro, 150 anni dopo [con VIDEO]

di Matteo Bellocchio

 

Se vuoi supportarmi metti un like alla pagina Facebook di Travels Telling o segui il profilo Instagram @travelstelling_ cliccando qui. Per te è un piccolo gesto, ma per me è un grande riconoscimento per il lavoro svolto!

 

Questo articolo fa parte della serie scritta dopo il blogtour a Cerignola, a cui ho partecipato dal 28 aprile al 3 maggio 2018. Questi sono gli altri link:
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: un #blogtour organizzato da Daunia Press Tour
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: l’attualità del suo messaggio tra Kant ed emancipazione
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: l’influenza della povertà dei braccianti sulla cucina moderna dauna

 

L’anno scorso, per la Festa dei Lavoratori, ero a Cerignola. Ero stato invitato dagli amici di Daunia Press Tour a partecipare ad un progetto di promozione territoriale incentrato sulla figura di Peppino di Vittorio (ne ho parlato più approfonditamente in questo articolo).
A distanza di un anno ho finalmente rimesso mano al materiale audio e video che registrai durante l’evento, e che ho in parte riutilizzato per il breve filmato che ho editato. Ne è scaturita una riflessione su questa festa, che dovrebbe essere di tutti i lavoratori ma che, oggi più che mai, viene considerata divisiva e di parte.

Siamo nella seconda metà del XIX secolo, durante la seconda rivoluzione industriale. È un periodo caratterizzato da una stretta integrazione tra scienza e tecnologia e tra tecnologia e attività produttive. L’industria chimica, con lo sviluppo della produzione di alluminio e di fibre tessili artificiali, e soprattutto l’industria elettrica, grazie alla forza motrice dell’energia e all’illuminazione, modificano profondamente la vita giornaliera di tutti gli europei. Questi progressi scientifici si accompagnano anche a progressi nel campo della medicina e della farmacologia, che diminuiscono sensibilmente il tasso di mortalità. Ma si accompagnano anche alla coda del processo di urbanizzazione iniziato qualche decennio prima: la popolazione si è spostata dalle campagne alle città, perché nelle prime non c’era più lavoro per tutti e nelle seconde vi erano le fabbriche.

Già, le fabbriche, quel luogo dove migliaia di individui lavorano a stretto contatto con le altre persone, in condizioni al limite della dignità umana. È proprio in questi luoghi che nascono le prime associazioni con lo scopo di difendere i lavoratori, per tutelare i più deboli dalle angherie dei più forti. E allora mi tornano in mente le parole del giornalista Francesco Quitadamo, quando mi disse che

i papaveri sono davvero i fiori di Peppino. Coprono i campi, ma solo se sono tanti e vicini l’uno all’altro. Proprio come gli operai e i contadini che videro in Di Vittorio il loro salvatore.

Erano questi ideali di unità e di aiuto reciproco che furono alla base della costituzione delle società operaie e di mutuo soccorso, quando i diritti non esistevano e andavano conquistati uno ad uno.

E oggi, anno domini 2019, siamo sicuri che questi diritti siano ancora in essere?

 

Clicca qui per vedere  il video sul canale Youtube!

video primo maggio cerignola

Clicca qui per vedere  il video sul canale Youtube!

 

Questo articolo fa parte della serie scritta dopo il blogtour a Cerignola, a cui ho partecipato dal 28 aprile al 3 maggio 2018. Questi sono gli altri link:
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: un #blogtour organizzato da Daunia Press Tour
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: l’attualità del suo messaggio tra Kant ed emancipazione
SULLE STRADE DI PEPPINO DI VITTORIO: l’influenza della povertà dei braccianti sulla cucina moderna dauna

 

Se vuoi supportarmi metti un like alla pagina Facebook di Travels Telling o segui il profilo Instagram @travelstelling_ cliccando qui. Per te è un piccolo gesto, ma per me è un grande riconoscimento per il lavoro svolto!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: