MARCO SIMONCELLI: un ciao lungo un giorno e l’omaggio di Paolino [con VIDEO]

 

di Matteo Bellocchio

 

I bambini, che non lo conoscevano, adesso vengono con la sua maglietta, con il suo cappellino… è veramente uno spettacolo! E quello è il bello e il senso di tutto, perché alla fine il tempo passa e la gente dimentica…

Era oramai settembre inoltrato, il mese precedente a quel maledetto ottobre che si portò via il Sic. La stagione turistica era ormai finita: Misano Adriatico si stava preparando per il letargo invernale. Come le foglie lasciano scoperti gli alberi, così le spiagge senza ombrelloni e sdraio si mostrano nude e indifese. Non ci sono più i turisti vacanzieri, ma per chi vive qui la vita continua.

All’interno del ristorante Hochey, il proprietario Paolo Torsani, per tutti Paolino, sta mangiando insieme all’amico Marco Simoncelli. «Ci vediamo quando torno, tra circa un mesetto». Sono le 22.20 quando il Sic abbraccia tutti e se ne va. Domani ha la sveglia presto, deve partire per l’Oriente: prima il GP di Motegi in Giappone, poi quello di Phillip Island in Australia e infine la gara di Sepang in Malesia. Marco da quel viaggio non è più tornato.

Salvatore Quasimodo, nel 1930, pubblicava la raccolta Acque e terre, al cui interno spiccava una poesia di 22 versi dal titolo Solitudini. Successivamente l’autore siciliano estrasse l’ultima terzina, che divenne uno dei componimenti più famosi e complessi di tutta la produzione ermetica:

Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

Marco ha lasciato in chi lo conosceva, e non solo, un senso di vuoto e di solitudine. È un invito a riflettere sulla caducità della vita. Ma anche sull’amicizia e sul ricordo. Per questo tutte le sere, alle ore 22.20, i camerieri passano tra i tavoli a distribuire i tappi per le orecchie, mentre Paolino accende la moto del Sic e dà gas: questa ruggisce e tenta di liberarsi dal cavalletto che la tiene ferma, esplode in combustioni gialle e azzurre che vengono risucchiate via dagli aspiratori per perdersi nel vento, urla anche lei di dolore per aver perso il proprio cavaliere… È un rito che dura 10 minuti ma è un saluto lungo un giorno, perché l’appuntamento è risaputo e una folla di curiosi si raduna davanti al ristorante in attesa di questo momento. È il gesto quotidiano con cui Paolino rende omaggio all’amico scomparso.

Quest’anno, verso fine luglio, sono andato a intervistarlo e ho trovato una persona sincera e genuina, che non riusciva a nascondere gli occhi lucidi nel ricordare i tanti momenti spesi insieme al Sic. Nei vari passaggi dell’intervista (che potete trovare sul canale Youtube cliccando qui o sulla foto sottostante) ce ne è stato uno che mi ha particolarmente colpito e che ho riportato per intero nella citazione d’apertura. È un invito a sconfiggere la morte con la memoria, instillandola in chi ancora non pensa all’ineluttabile destino. Sono proprio queste giovanissime vite, non ancora nate nel momento del lutto, a incuriosirsi su quel rumore che invade tutte le affollate vie di Misano Adriatico, e a chiedere ai genitori la motivazione. E così il ricordo si mantiene vivo, affinché la gente non si dimentichi nonostante il tempo che inesorabilmente viene trascinato via dalla corrente…

 

Clicca qui per vedere il video sul canale Youtube!

img video

Clicca qui per vedere il video sul canale Youtube!

 

One thought on “MARCO SIMONCELLI: un ciao lungo un giorno e l’omaggio di Paolino [con VIDEO]

  1. È stata una grande perdita per il mondo motociclistico e per le persone che lo amavano per il suo modo di sorridere e scherzare ciao Marco da Adriano kempesgurviz

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: