giordania low cost fai da te cosa fare cosa sapere prima partire

GIORDANIA low cost e fai da te: cosa fare e cosa sapere prima di partire (visto e Jordan Pass, noleggio auto, sicurezza, clima, soldi)

di Matteo Bellocchio

 

Questo articolo fa parte della serie sulla Giordania. Questi sono gli altri link:

 

VISTO E JORDAN PASS

Il visto non è richiesto se volate su Aqaba, mentre è obbligatorio per chi atterra ad Amman. Ha un costo di 40 JOD ma conviene acquistarlo SOLO nella remota ipotesi che non abbiate intenzione di visitare Petra. In tutti gli altri casi la soluzione migliore è l’acquisto del Jordan Pass, che si può fare direttamente sul sito ufficiale gestito dal Ministero del Turismo (www.jordanpass.jo), su cui troverete tutte le informazioni in merito.
Il costo varia in base al numero dei giorni di ingresso a Petra, e include il visto e la possibilità di visitare, senza oneri aggiuntivi, i migliori punti di interesse del Paese (tra cui il Wadi Rum, i siti archeologici di Jerash e Amman e i castelli crociati di Shobak e Karak). Negli articoli correlati dedicati agli itinerari giornalieri ho indicato cosa è escluso dal Jordan Pass e che va pagato in loco. Le soluzioni di acquisto disponibili sono le seguenti:
– Jordan Wanderer, con un giorno di visita a Petra (70 JOD);
– Jordan Explorer, con due giorni di visita a Petra (75 JOD);
– Jordan Expert, con tre giorni di visita a Petra (80 JOD).

NOLEGGIO AUTO (e navigatore)

Guidare in Giordania è molto semplice, dato che la maggior parte delle strade sono poco trafficate, soprattutto dal Mar Morto verso Sud. Non è necessario esibire una patente internazionale: quella italiana è accettata da tutte le compagnie di noleggio. Noi abbiamo optato per prendere l’automobile direttamente all’aeroporto Queen Alia di Amman e di evitare il traffico infernale della capitale (scelta che poi si è rivelata saggia, vista anche la concomitanza con il venerdì). Viaggiare in autonomia ci ha consentito, oltre che organizzarci il nostro tempo come meglio credevamo, anche di fermarci più volte in punti panoramici e scorci nascosti trovati sul momento e che altrimenti non avremmo avuto la possibilità di ammirare.
Le strade sono in buone condizioni, ma vista la morfologia del territorio sono spesso tortuose (però regalano panorami mozzafiato). Per muoverci abbiamo scaricato le mappe offline sia con Google Maps che con Maps.me. Per entrambe le app, i tempi di percorrenza non si sono rivelati veritieri: aggiungete un 20/25% di tolleranza nelle tempistiche indicate. I limiti di velocità sono molto bassi, e i controlli molto frequenti. L’andatura è comunque rallentata dai numerosi e poco segnalati dossi. Fate attenzione soprattutto a questi ultimi, che spesso si trovano nei posti più impensabili.

SICUREZZA

Non ci siamo mai sentiti in pericolo. Tutti affermano che la Giordania sia un Paese molto ospitale, e anche noi non possiamo che confermare questa sensazione. La gente è molto accogliente e pronta a darti le informazioni richieste e ad aiutarti in caso di difficoltà.
La presenza della polizia è massiccia, sia nelle città che nelle strade sperdute. Posti di blocco e camionette blindate munite di mitragliatrice si incontrano molto frequentemente, e anche se ad una prima impressione può sembrarci un segno di pericolo, in realtà dobbiamo tenere in mente che è l’esatto contrario: la Giordania è un Paese pacifico in mezzo a vicini irrequieti. L’esercito schierato, che per noi è un’eccezione, nel Medio Oriente costituisce (purtroppo) la normalità.
Ci hanno fermato spesso, e quasi sempre, accorgendosi che eravamo turisti, ci hanno fatto proseguire senza nemmeno chiedere la patente o i passaporti. Solo una volta hanno controllato i documenti, mentre andavamo a 110 km/h rispetto ai 90 previsti. Il nostro sorriso, unito alla difficoltà di comunicazione con il poliziotto, hanno permesso che la passassimo liscia senza nessuna multa.

CLIMA (e abbigliamento)

Era inverno, e c’era una forte escursione termica tra il caldo del giorno e il freddo della sera e della notte. Le temperature sono state molto simili in tutte le località che abbiamo visitato, nonostante le notizie confuse in merito che avevamo reperito prima della partenza. Dai 700 metri di Amman fino al Mar Rosso di Aqaba, passando per il deserto del Wadi Rum e Petra, abbiamo sempre trovato tra i 15 e i 20 gradi durante le ore di luce, e 5/10 gradi dopo il crepuscolo. L’unica variabile a cui fare attenzione è il vento, che potrebbe scombussolare tutti i vostri piani in caso di un vestiario leggero. Nonostante il periodo, nel deserto e a Petra abbiamo girato in maglietta durante il giorno: attenzione se andate nei mesi più caldi. I beduini ci hanno confermato temperature molto alte già a partire dalla primavera.

SOLDI (contanti, bancomat e carte di credito)

La Giordania rientra nei circuiti internazionali delle principali carte di credito, pertanto, dove possibile, non avrete problemi a pagare con questi strumenti. Purtroppo, la maggior parte dei ristoranti accetta solo contanti, così come le attrazioni non incluse dal Jordan Pass. I bancomat per il prelievo si trovano abbastanza facilmente, ma quasi sempre le banche applicano una commissione che va dai 3 ai 6 euro. Gli alberghi, invece, accettano senza problemi i pagamenti con le carte: accertatevi prima di partire che ci sia espressamente scritto sulla prenotazione, per evitare brutte sorprese al momento del pagamento. Eventuali servizi aggiuntivi, come la prenotazione di navette o l’acquisto dei biglietti per lo spettacolo Petra by Night, vanno di solito pagati a parte e solo in contanti. Fate attenzione a non avanzare dinari: per quanto forte nei confini giordani, il JOD perde di utilità una volta rientrati in Italia e nessuna banca accetterà di cambiarvi le banconote rimaste.

 

Questo articolo fa parte della serie sulla Giordania. Questi sono gli altri link:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: