JACK KEROUAC: sulla strada, perché non importa dove, l’importante è andare [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio Tutte le volte che a New York arriva la primavera, Sal Paradise non riesce a resistere ai richiami della terra che il vento porta attraverso il fiume dal New Jersey. E deve andare. Così, per quattro intensi anni lunghi una vita, dal 1947 al 1950, l’autore ci racconta la storia di questo … Continue reading JACK KEROUAC: sulla strada, perché non importa dove, l’importante è andare [RECENSIONE]

SYLVAIN TESSON: nelle foreste siberiane, in una capanna sulle spalle dei giganti [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio   Ho vissuto un’esistenza che ruotava intorno a gesti semplici. Ho assistito al trascorrere dei giorni guardando il lago e la foresta, ho tagliato legna, pescato per mangiare, ho letto molto, camminato in montagna e bevuto vodka di fronte alla finestra. […] Ho conosciuto l’inverno e la primavera, la felicità e la … Continue reading SYLVAIN TESSON: nelle foreste siberiane, in una capanna sulle spalle dei giganti [RECENSIONE]

folco mentre scrive con la foto di un lupo sullo sfondo

FOLCO TERZANI: il Cane, il Lupo e Dio, e l’allegoria della vita [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio   Una favola che cela una storia vera, un vuoto da colmare dopo aver avuto tutto, e nonostante questo l’incapacità di capire cosa ci sia di sbagliato. Folco vive la crisi mistica dei 27 anni, scoglio tragico per gli animi maledetti del rock, e decide di fare qualcosa di eccezionalmente forte. Qualcosa … Continue reading FOLCO TERZANI: il Cane, il Lupo e Dio, e l’allegoria della vita [RECENSIONE]

BRUCE CHATWIN: In Patagonia, un viaggio da Magellano al Far West [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio   Mentre l'autobus attraversa il deserto, Chatwin guarda assonnato «i brandelli di nuvole d'argento che si spostano in cielo, e il mare grigio-verde di sterpaglia spinosa sparsa sulle ondulazioni del terreno, e la polvere bianca che il vento solleva dalle saline e, all'orizzonte, la terra e il cielo che si fondono mescolando … Continue reading BRUCE CHATWIN: In Patagonia, un viaggio da Magellano al Far West [RECENSIONE]

copertina del libro l'orizzonte ogni giorno un po' più in là

CLAUDIO PELIZZENI: l’orizzonte, ogni giorno un po’ più in là [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio   Il sole. Questa mistica palla di fuoco che nella storia dell’uomo riveste da sempre un’importanza cruciale. Il primo dio, il primo ringraziamento per la vita, l’inizio del tutto. Probabilmente è stato il suo richiamo ancestrale sedimentato nel nostro sancta sanctorum a dare il via all’avventura di Claudio. Una vita all'apparenza perfetta, … Continue reading CLAUDIO PELIZZENI: l’orizzonte, ogni giorno un po’ più in là [RECENSIONE]

la vista del mare di bombay

GREGORY DAVID ROBERTS: Shantaram e L’ombra della Montagna, andata e ritorno dall’inferno [RECENSIONE]

di Matteo Bellocchio   Addentrarsi tra i vicoli e i grandi viali intasati dal traffico, assaporare i cibi, annusare gli odori, sentire i dialetti hindi e mahari, toccare con mano ciò che sta succedendo. Shantaram è un racconto di amore e redenzione che parla dell’India e degli indiani senza quasi mai uscire da Bombay: metropoli … Continue reading GREGORY DAVID ROBERTS: Shantaram e L’ombra della Montagna, andata e ritorno dall’inferno [RECENSIONE]